Finmeccanica – business is business

A Londra, ieri, in contemporanea con l’evento pre-olimpiadi della presentazione del grattacielo “The Shard” griffato Renzo Piano, Wikileaks presentava oltre 2 milioni di mail compromettenti scambiate tra il regime siriano di Bashar al-Assad e alcune società occidentali.

«Il materiale – ha detto in un comunicato Julian Assange, fondatore del sito in attesa di ottenere asilo politico dall’ambasciata dell’Ecuador – è compromettente per la Siria, ma lo è anche per i suoi oppositori. Ci aiuta a non criticare solamente un gruppo o l’altro, ma a comprendere i loro interessi e pensieri. Solo se riusciremo a capire questo conflitto possiamo sperare di risolverlo».

Per quanto riguarda l’Italia, emergono alcuni dati piuttosto imbarazzanti per Selex Elsag, società genovese controllata da Finmeccanica, e lo stesso regime. Ieri sera, a caldo, la holding italiana ha smentito seccamente la notizia con una nota, affermando che il Sistema TETRA, fornito da Selex Elsag alla Siria nel 2008, “era destinato all’impiego da parte di organizzazioni per le emergenze e il soccorso (“public safety”). La tecnologia TETRA è stata concepita appunto con questa finalità, ossia per un uso esclusivamente civile e non militare. Qualsiasi altro utilizzo che ne sia stato fatto è fuori dal controllo di Selex Elsag”.

Questo è sicuramente vero, di base, peccato che però anche l’Espresso abbia fornito prove su come tale sistema fosse diretto anche per la parte militare. Ma che cos’è TETRA?

TETRA è una rete per le comunicazioni che permette conversazioni e trasmissione di dati. Ha avuto un successo commerciale mondiale davvero notevole, dato che  garantisce il funzionamento in qualunque situazione. Non è un apparato dichiaratamente militare, ma può diventarlo: permette comunicazioni criptate a prova di intercettazione e collega qualunque veicolo, elicotteri inclusi. Alcune componenti di Tetra, come i programmi di cifratura, sono “dual use”, e l’esportazione perciò dev’essere autorizzata dal governo italiano.

Il contratto con Damasco risale al 2008, in tempi non sospetti, e fin qui la nota della società pare essere più che esplicativa. Tuttavia, la stizza del comunicato potrebbe essere dovuta al fatto che una mail del 2 febbraio 2012 [con la repressione già ampiamente cominciata], annunciasse a Damasco l’arrivo degli ingegnieri della Selex per “istruire i tecnici della Intracom Syria sull’uso di varie componenti della tecnologia TETRA, tra i cui i terminali degli elicotteri”.

D’altra parte, stando ai contatti tra la Syrian Wireless Organisation e la Selex (attraverso l’intermediaria greca Intracom, che ha una divisione anche in Siria) sembrano “frequenti”, da quanto riportato dal sito di Assange.

Che Finmeccanica non stia passando uno dei suoi momenti migliori, è noto e risaputo, soprattutto per la questione gestionale. Ma tanti e diversi sono gli argomenti da trattare, che sarebbe impossibile analizzarli punto per punto!

Ci torneremo sopra..

Ulteriori informazioni:http://www.selex-comms.com/internet/?open0=3162&open1=3187&section=COMM&

Foto e mail ufficiali: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/i-sirya-files-di-finmeccanica/2185695

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...