Il tempo dei Guelfi

48pwdfwwqmwevyl.T0

Più di due mesi fa avevamo scritto un post relativo alle elezioni politiche 2013. Certo, non avremmo potuto immaginare tanto, nonostante avessimo cercato di sottolineare già al tempo la volatilità della vittoria da raggiungere. No, manco Nostradamus ce l’avrebbe fatta a delineare un risultato come quello che si è manifestato.

Nel giorno del senno di poi, non ci interessa rimandarvi ancora una volta alla millesima analisi dettagliata del voto, nè alla concentrazione dell’elettorato di un determinato partito in un’area geografica precisa. Non vogliamo costringervi a sorbirvi l’ennesima lettura sul voto, sulle alleanze. Sul recupero di Berlusconi, sul boom del MoVimento 5 Stelle, sul suicidio omerico del Centro-Sinistra.

In questo momento buio per molti, e scintillante per altri, chiediamo a voi quello che noi non riusciamo proprio a comprendere: nel momento in cui un Governo (quale che sia) riuscisse a uscire dalla coppola di Giorgio Napolitano, quale politica estera perseguirebbe? Eh si, perché tutti coloro che hanno partecipato alle elezioni si sono dimenticati di un piccolo, trascurabile, particolare: non vivendo nel Tardo Medioevo, l’Italia è necessariamente interconnessa al resto del mondo. E no, non ci si può staccare con un referendum online.

Tralasciando perciò l’IMU, il TAV, il fisco, le piccole e medie imprese, il Mezzogiorno, l’acqua potabile, la Salerno-Reggio Calabria e il Made in Italy, le ferrovie e il fisco, la Nazionale e la mozzarella di bufala, esiste una visione politica e strategica che proietti questo Paese al di fuori di se stesso? Pare di no, se oggi John Kerry, fresco Segretario di Stato americano, era a Parigi a parlare di Mali e Somalia con François Hollande e se nessuno ha più battuto ciglio sul fatto che al confine italiano si stanno muovendo truppe e movimenti armati. Tunisia, Egitto, Libia, Siria, Mali, Mauritania, Somalia. Sono solo alcuni dei paesi vicini al nostro che attraversano momenti di guerra e tensione, di rivoluzioni armate e di conflitti ordinati. Eppure, a noi, non interessa. E non per snobismo, ma per cecità. C’è poco da fare, ci piace così.

Facciamo parte dell’ONU, dell’OCSE, OSCE, UE, NATO e tante altre organizzazioni internazionali, regionali o globali. Siamo la terza economia europea e il sesto contribuente assoluto per le Nazioni Unite, abbiamo 6.500 militari impegnati all’estero. Partecipiamo (ora, sì) a circa 30 missioni in tutto il mondo, dal Congo al confine palestinese, dal Libano a Cipro, al Kosovo. Siamo presenti in tutte le organizzazioni economiche principali del sistema occidentale, ma a noi del resto del mondo non frega nulla. Almeno, questo è quanto viene fuori dal dibattito politico elettorale e dalle urne.

Spiace ragazzi, ma a noi interessa solo di noi. Che ci sia una Libia appena al di là del mare, che ci siano degli accordi internazionali, che il mondo non finisca davvero dopo Scilla e Cariddi, beh.. ce lo siamo scordati. Chi se lo ricorderà?

Annunci

3 risposte a “Il tempo dei Guelfi

  1. L’Unione Europea NON è una organizzazione internazionale come l’ONU o la NATO. E’ una istituzione cui abbiamo delegato una parte della sovranità nazionale (commercio estero, moneta, concorrenza, mercato unico) campi ove gli stati nazionali avevano già perso ogni sovranità

  2. Caro Funambolo, da una parte sono molto contento che tu abbia le capacità di analisi da Ministro degli Esteri, dall’altra sono preoccupato che questa capacità non sia condivisa da chi, istituzionalmente, dovrebbe averla…
    Una proposta però vorrei fartela, qualsiasi Governo potesse nascere proponiti, saresti – di sicuro – il miglior Ministro degli Esteri che potremmo desiderare…

  3. Pingback: Il tempo dei Guelfi | LaComunicazioneSecondoMust·

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...