Il primo giorno della Croazia

ue_croazia

Oggi, primo luglio, la Croazia diventa il 28° Paese membro dell’Unione Europea. Migliaia di persone hanno festeggiato lo storico evento facendo festa nelle piazze e nelle strade delle principali città croate, coronando l’attesa decennale di Zagabria dopo una radicale democratizzazione e liberalizzazione della società.

La festa centrale si è tenuta sulla piazza principale della capitale Zagabria, dove davanti a circa 30 mila persone e 170 ospiti stranieri (tra cui Primi Ministri e alti funzionari dell’UE) si sono esibiti 700 tra artisti, musicisti e ballerini. Presente al completo l’intera dirigenza dell’Unione europea: Herman Van Rompuy (Presidente del Consiglio Europeo), Jose Manuel Barroso (Presidente della Commissione Europea) e Martin Schulz (Presidente del Parlamento Europeo).

A rappresentare l’Italia c’erano il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Ministro degli Esteri Emma Bonino. Il clou della serata è stato raggiunto con uno dei più solenni canti della tradizione nazionale, l’Inno alla Libertà, scritto nel ‘500 opera di Ivan Gundulic, di Dubrovnik, seguito poi dall’inno ufficiale dell’Unione Europea, cioè l’Inno alla Gioia di Beethoven.

250px-European_Union_Croatia_Locator.svgQuesto giorno ci dà una nuova speranza e ci apre nuove opportunità che potremo realizzare se ci impegneremo tutti insieme. L’Europa unita fu creata come un progetto di pace, contro le guerre, e oggi essa è simbolo di pace e di solidarietà” ha detto nel suo discorso il presidente croato Ivo Josipovic.

Per Zdravko Ciro Kovacic, ex leggenda della pallanuoto croata, “i primi due anni saranno peggiori di adesso. Ma l’adesione non poteva essere evitata, sarebbe assurdo immaginare un paese piccolo come la Croazia fuori dall’Ue. Il compito che ci aspetta sarà duro. Siamo lontani dal modello ideale del cittadino europeo, soprattutto per quanto riguarda il lavoro. I croati devono perciò adattarsi alle abitudini del mercato europeo, che crolla sotto la pressione di una disoccupazione record, soprattutto fra i giovani“.

La Croazia, con una popolazione di 4 milioni e 300mila abitanti, andrà a ingrossare la già vasta popolazione dell’Unione, che ad oggi comprende 503 milioni di persone. La domanda di ammissione fu ufficialmente presentata nel 2002, e sono serviti undici anni di riforme economiche e politiche per rispettare i requisiti standard per l’entrata.

Il giornale croato in lingua italiana, La Voce del Popolo, ha così commentato l’avvenimento:

La Croazia ha spiccato il volo verso l’Europa, verso un futuro migliore. Ieri sera si è festeggiato un po’ in tutto il Paese. La cerimonia centrale si è svolta a Zagabria, alla presenza di 170 alti ospiti stranieri, tra cui quindici Capi di Stato. Dappertutto si è respirato un clima di euforia, entusiasmo. Certo le incognite non mancano, ma nell’insieme tutti sperano che il ritorno nella grande famiglia europea porti rinnovate prospettive di sviluppo e rafforzi ulteriormente le istituzioni democratiche. La Comunità Nazionale Italiana ha accolto con gioia l’entrata della Croazia in Europa, che segna il superamento del confine che negli ultimi due decenni ha diviso l’Istria e la stessa CNI.
A Zagabria sono arrivati ieri pure i leader di tutti i Paesi limitrofi. A rappresentare l’Italia c’erano il presidente Giorgio Napolitano e il ministro degli Esteri, Emma Bonino, che si sono incontrati pure con i vertici dell’Unione Italiana. Un gesto questo importantissimo anche dall’ottica simbolica, in un momento in cui la Croazia vive un momento storico e cadono definitivamente le barriere del passato. Napolitano si è incontrato anche con il presidente croato Ivo Josipović e si congratulato per l’ingresso a pieno titolo del Paese in Europa. Ora, hanno sottolineato all’unisono i due Capi di Stato, la collaborazione continua nell’ambito dell’UE.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...