“Tuk Tuk Malaysia” – Viaggio a Pulau Kapas

Pulau Kapas 1

Scopro con piacere che esiste la festa dei lavoratori anche in Malesia, prendo ferie il Venerdi 2 Maggio e con un gruppo di amici vado a passare il ponte a Pulau Kapas, simpatica isoletta sulla costa est. Non ero mai stato su quel lato della Malesia, e noto subito come la cultura malese e di conseguenza la religione musulmana siano molto piu’ presenti e sentite che nella zona di Kuala Lumpur.

Pochissimi cinesi, quasi nessun indiano, tutte le donne con il velo, lingua inglese sconosciuta a tutti, ritmo di vita a prima occhiata lento e monocorde.

Gli edifici e l’architettura color giallognolo anni 60′ ricordano molto i non propriamente esaltanti paesaggi già visti in Brunei.

Mi scelgo proprio con cura i posti dove andare in vacanza.

Ma si sa, la vita sulle isole è sempre una cosa a parte, e Pulau Kapas non fa eccezione. Minuscola e bellissima, con spiagge bianche a circondare la fitta giungla piena di animali, si distingue per non essere stata (ancora) presa d’assalto dal turismo di massa e quindi per essere sostanzialmente deserta buona parte del tempo.

Ricca di varani, che incontravo sistematicamente ovunque andassi, Kapas – e piu’ in generale tutta la costa est – è anche famosa per i bei fondali e i numerosi pesci che vi abitano.

Fondali bruttini a mio avviso, ma quantita’ e varieta’ di pesci davvero incredibili.

Coloratissimi quasi a sembrar finti, moltissime specie a me sconosciute, ricci di mare grossi tre volte tanto quelli nostrani e tartarughe che nuotano in gruppo (che io pero’ non ho visto).

Vedo in compenso tanti piccoli Nemo che si nascondono tra le anemoni di mare e per gli amanti del brivido uno squalo di due metri mi nuota vicino.

La sera, dopo cena, al grido “PLANCTON, PLANCTON”, gran parte dell’ostello si tuffa in mare con maschera e boccaglio agitando l’acqua e sguazzando nelle incredibili luminiscenze dei microscopici animaletti.

Nel giro di una giornata mi ritrovo ne “Lo squalo”, attraverso “Alla ricerca di Nemo” e finisco in “Avatar”.

La vita non è forse un film?

Guido Striglioni

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...